Ricerca waypoint: 
 
Geocache Tradizionale
Sant'Antioco di Bisarcio

di 217Kutscher     Italia > isole

N 40° 38.709' E 008° 53.526' (WGS84)

 Conversione coordinate
 Dimensioni: micro
Stato: disponibile
 Tempo necessario: 0:05 h 
 Nascosta il: 23. giugno 2017
 Pubblicata il: 23. giugno 2017
 Ultimo aggiornamento: 23. luglio 2017
 Listing: https://opencaching.it/OC13BFD

0 trovata
0 non trovata
0 Note
0 Osservata
0 Ignorata
7 Pagina visite
0 Log immagini
Storia Geoketry

Mappa grande

   

Infrastrutture
Percorso
Tempo
Stagionale
Listing

Descrizione    Deutsch (Tedesco)

Deutsch:

Völlig einsam auf einer Hochebene liegt eine der größten romanischen Kirchen Sardiniens: Die Basilika von Sant'Antioco di Bisarcio in der Nähe von Chilivani. Architektonisch vereint das Gotteshaus aus dunklem roten und schwarzen Trachytgestein romanisch-pisanischen und romanisch-lombardischen Stil, außerdem hatten burgundische Zisterzienser-Mönche wohl architektonischen Einfluss auf die ehemalige Kathedrale des Bistums Bisarcio. Dämonisch wirkende Fratzen-Skulpturen scheinen auf den Säulenkapitellen zu wachen, die Vorhalle beeindruckt durch sechs Kreuzrippengewölbe. Ein Meisterarchitekt dieser Sehenswürdigkeit zwischen Ploaghe und Ozieri ist aber die Natur: Bei Sonnenuntergang scheint der rote Trachyt der auf einer Anhöhe gelegenen Kirche beinahe zu leuchten. Neben der Kirche gibt es noch Reste eines ehemaligen Benediktinerklosters zu sehen.

Italiano:

La basilica di Sant'Antioco, ex cattedrale di Bisarcio, è una delle più grandi chiese romaniche della Sardegna. L'edificio monumentale si trova isolato su un'altura di origine vulcanica in un sito campestre non lontano da Chilivani, nel territorio del comune di OzieriLa diocesi di Bisarchium o Guisarchum nel Giudicato di Torres, Curatoria di Nughedu, è documentata dal 1065 al 1503, quando venne inglobata nella diocesi di Alghero. La prima cattedrale fu costruita nella seconda metà dell'XI secolo e successivamente danneggiata da un incendio, tanto che un documento del 1139 menziona un Ardarensis episcopus, in quanto il vescovo di Bisarcio risiedette nel vicino centro di Ardara sino alla riparazione della cattedrale e dell'episcopio di Bisarchium. Entro il 1174, con la consacrazione del portico a due piani addossato alla facciata, si conclusero i lavori di riedificazione della cattedrale. Attualmente del centro abitato, uno dei più grandi e popolati della zona, così come del convento, rimangono solo pochi resti. Ci sono pervenute alcune schede di un Condaghe di Bisarcio, di dubbia origine.

Suggerimenti addizionali   Decripta

Bhgfvqr cnexvat jnyy... frr fcbvyre!Nhßreunyo qrf Tryäaqrf, uvagre rvarz Fgrva. Fcbvyreovyq!cnepurttvb rfgreab, cnergr, qvrgeb han ebppvn, irqv sbgb

A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M
N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Immagini

Spoiler
Spoiler

Utilità

Cerca geocache vicine: tutte - ricercabile - stesso tipo
Scarica come file: GPX - LOC - KML - OV2 - OVL - TXT
Scaricando questo file accetti i nostri termini di utilizzo e la Licenza dati.

Log per Sant'Antioco di Bisarcio    trovata 0x non trovata 0x Nota 0x